1B A TUTTO RAP CON LA MUSICA DA S-BULLO

"Nonostante tutti i richiami, me ne sono fregato e ho alzato le mani". "Io faccio così perchè a casa vengo umiliato, ma con te mi sfogo rompendoti il crociato". "Con la gang sei un talento, ma da solo un fallimento". "Alla fine ti ho ignorato ed è stato il miglior atto". Sono alcune battute tratte dai testi rap che hanno prodotto i ragazzi della classe 1B della scuola secondaria di primo grado, immedesimandosi nei ruoli di bullo e vittima. L'attività, che ha visto anche gli allievi "rappare" dal vivo i loro manoscritti, è la conclusione del laboratorio "Musica da S-bullo". Si tratta di un progetto patrocinato dalla regione E-R e realizzato dal docente di musica Federico Benini. L'approccio della musica al tema del Bullismo ha colpito gli allievi, che si sono lasciati coinvolgere ed hanno espresso liberamente le loro emozioni, cogliendo così a pieno l'obiettivo del progetto. 
La Prof.ssa M. Giovanna Pavani, referente d'Istituto alla prevenzione e al contrasto al Bullismo e al Cyberbullismo, desidera ringraziare:  il professor Federico Benini e la sua collaboratrice Ilaria Stefani, gli alunni della classe 1B che ci hanno positivamente sorpreso, i colleghi docenti Daniele Marini, Simone Bergamini e Roberto Cavalleretto, il dirigente scolastico Paolo Valentini e la collaboratrice Elisa Fiorini, l'amministrazione comunale di Cento promotrice del progetto Smart, l'assessore Mario Pedaci e il consigliere Matteo Resca che ci hanno fatto visita e il Lions Club di Cento.

Pubblicata il 22-05-2022