Illustra la storia: ultima gara

immagine nel testo

Eccoci all’ ULTIMA GARA di quest’anno scolastico, per il concorso ‘Illustra la Storia’.

I ragazzi della scuola media del FLIC hanno realizzato le immagini di alcuni argomenti storici trattati durante l’anno. Per questa gara i temi sono: la conversione di Costantino per le prime, il Sacco di Roma per le seconde e il crollo della Borsa del '29 per le terze. Per ogni argomento hanno utilizzato tecniche diverse, in base al periodo storico, per sperimentare il lavoro degli artisti del tempo.

Vi proponiamo, quindi, alcuni disegni selezionati tra gli altri perché maggiormente rispondenti alla richiesta, quindi, quando votate, tenete conto del momento storico soggetto dell’opera, della scelta compositiva e della tecnica.

 
CHI VOTA PUO' ESPRIMERE LA SUA PREFERENZA IN TUTT'E TRE LE CATEGORIE FINO A VENERDì 22 MAGGIO 2020

LA CONVERSIONE DI COSTANTINO (immagini in successione da 1 a 12)

Avvenne prima della battaglia presso ponte Milvio a Roma, il 28 ottobre 312.

L’episodio è descritto in due tradizioni differenti: una riguarda quella di Lattanzio, precettore dei suoi figli, l’altra è quella di Eusebio, vescovo di Cesarea.

– Lattanzio afferma che Costantino subito prima della battaglia vide in un sogno il monogramma di Cristo XP, ricevendo la promessa divina che se lo avesse fatto incidere sugli scudi dei soldati avrebbe vinto .

- Eusebio di Cesarea narra di una croce luminosa che apparve all’esercito mentre marciava verso Roma, con la scritta “In questo segno vincerai”; l’imperatore stesso glielo aveva riferito sotto giuramento.

I ragazzi hanno utilizzato la tecnica TECNICA DEL PUNTINO, richiamando i mosaici paleocristiani e bizantini.

L’impegno è stato tale per cui tutte le immagini che vi alleghiamo sono state giudicate parimerito.

IL SACCO DI ROMA (immagini in successione da 13 a 16)

Nel 1527 Carlo V scese a Roma a capo di ben 12000 mercenari, i Lanzichenecchi, ed assediò la città. I Lanzichenecchi, noti per la loro ferocia e l’accanimento verso i nemici di turno, portarono il caos nella città per diversi mesi.

Alla maniera dei MANIERISTI, con colori, luci ed ombre innaturali,i ragazzi hanno cercato di interpretare la fine del rigore e dell’equilibrio del Rinascimento.

IL CROLLO DELLA BORSA DEL '29 (immagini in successione da 17 a 21)

Il 24 ottobre 1929 è ricordato come il giovedì nero di Wall Street. In quel giorno l’indice della borsa di New York registra un consistente e inaspettato ribasso. È l’inizio della più grave crisi economica mondiale di tutti i tempi.

Alla maniera degli ASTRATTISTI i ragazzi di terza hanno espresso questo travolgente disastro economico.

In questo caso è opportuno leggere le loro interpretazioni.

IMMAGINE 17: la parte a sinistra colorata di nero simboleggia la disperazione nella quale il popolo americano è sprofondato a causa della crisi, l'omino blu a testa in giù rappresenta gli americani, la pallina al centro trafitta da una lancia sta a simboleggiare l'economia che viene colpita e addirittura trafitta dalla crisi e la parte di destra rappresenta la Venere del dollaro statunitense che è ricoperta per far capire che è in un momento di crisi e che non può splendere come una volta.

IMMAGINE 18: ho rappresentato un uomo con un vortice all'interno con il cappello e alla sua sinistra i cartelli di protesta. Intorno a lui ha pianeti viola e rossi cioè infuocati per rappresentare confusione tra la folla di persone. Il toro a righe che è il simbolo della città di Wall Street, la strada pericolosa verde con delle spine per invocare pericolo e infine il buco viola e nero dove è nata tutta questa confusione.

IMMAGINE 19: ho voluto rappresentare una situazione perfetta (cerchio giallo, perfetto nella forma e colore che esprime tranquillità) che, seguendo l'andamento della Borsa (freccia), diventa imperfetta e cambia anche il colore:viola (preoccupazione), blu(paura), nero (tristezza). Ho inserito anche degli occhi per esprimere questi sentimenti.

IMMAGINE 20: ho cercato di rendere una parte del disegno estremamente leggera e l'altra molto pesante: una specie di linea del tempo in cui la sfumatura parte dal bianco rappresentando un periodo di tranquillità e man mano diventa sempre più scura presagendo l'avvicinarsi alla crisi mentre il nero rappresenta la crisi stessa. La sfumatura è realizzata proprio con questi due colori per interpretare l'assenza di colore di questo periodo. Anche la linea rossa all'inizio è più regolare, ma avvicinandosi sempre più al nero diventa più articolata e disordinata e rappresenta una stato di paura e instabilità di tutte le persone. Infine, nella parte più scura del disegno ci sono macchie, linee e schizzi rossi che rappresentano l'agitazione e la drammaticità della situazione.

IMMAGINE 21: soldi che vengono bruciati da un fuoco che rappresenta la crisi.

 
Siamo molto soddisfatti degli esiti di questo concorso, non solo per gli elaborati vincitori, ma anche per i tanti altri realizzati con passione e accuratezza dagli studenti che, seppure a distanza, hanno lavorato con impegno e serietà.

Grazie a loro per l’ottimo lavoro e grazie a tutti per la collaborazione!

Illustra la storia
21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 09 08 07 06 05 04 03 02 01

Pubblicata il 21-07-2020